Componenti della stazione meteorologica integrata Vaisala WXT520

1) Sensore ultrasonico biassiale per la misura del vento e della raffica
2) Sensore “sonico” di pioggia e grandine
3) Sensore di pressione atmosferica
4) Termometro e igrometro


Stazione meteorologica integrata

Sensore termometrico di Back – ud

Box data logger e modem GSM

Pannelli solari

Le stazioni della rete Climate Network hanno una struttura portante su palo di alluminio curvato per allontanare il sensore di temperatura dalla colonna di aria più calda che sale dal pannello fotovoltaico in condizioni di forte irraggiamento.

L’effetto di tale colonna è più evidente nelle giornate invernali limpide e fredde in condizioni di bassa ventilazione.

Allontanando i sensori dalla verticale l’influenza del pannello viene fortemente limitata.


La città di Faenza, in virtù della sua collocazione, risulta rappresentativa del clima sub-continentale della pianura romagnola, spesso caratterizzato da un’enfatizzazione degli estremi termici estivi ed invernali e l’ospitalità per l’installazione di una stazione meteorologica offerta dall’Osservatorio Bendandi, che affonda le sue radici nella tradizione scientifica e culturale della città, ben si è sposata con l’autorevolezza che rappresenta una delle finalità intrinseche del progetto di Climate Network.
Climate Consuling S.r.l. è una realtà aziendale nata nel 2010 sulle basi di un progetto che coniuga competenze consolidate e storiche nel campo scientifico della meteorologia e della climatologia dell’Osservatorio Meteorologico di Milano Duomo (OMD) con competenze specifiche nel campo della ricerca tecnologica delle misure, della metrologia e dell’informatica.
La società è attualmente impegnata in un progetto, interamente finanziato nell’ambito della Corporate, volto alla realizzazione di una rete privata di stazioni meteorologiche avanzate e di qualità certificata, che sarà completato nell’arco del prossimo triennio.
A regime, la Rete coprirà i maggiori capoluoghi di provincia ed i principali centri abitati nazionali con circa 80 stazioni meteorologiche fisse e alcune postazioni mobili. La rete è stata progettata e sviluppata internamente ed è realizzata e gestita ponendo la massima attenzione agli aspetti di omogeneità e dettaglio, oltre che della qualità del dato e della riferibilità delle misure.
La realizzazione del Progetto consentirà nel tempo la costruzione di serie storiche di dati meteorologici accurate e precise per le principali città italiane, sopperendo così alla carenza, inaffidabilità o frammentarietà di quelle ad oggi disponibili e consentendo un confronto tra le stesse finora spesso di difficile attuabilità a causa delle significative differenze in termini di strumentazione, criteri di posizionamento e precisione delle misure effettuate.

Vista su Via Manara, Faenza.